Genova si tinge di giallo, nella sede dell’Associazione Culturale SATURA, piazza Stella 5 a Genova. Il presidente Mario Napoli e il suo staff hanno organizzato una tre giorni dedicata alla letteratura del crimine, 25-26-27 novembre 2010. L’evento, alla sua sesta edizione, porterà a Genova trenta Autori nazionali ed internazionali di successo, suggeriti dalle maggiori case editrici italiane e straniere. Insieme agli Autori interverranno personalità di spicco del mondo della cultura ed esperti di settore. Il tutto sarà accompagnato da stacchi musicali, brevi letture e coreografie in tema. Questi i numeri del festival: tre giorni dedicati alla letteratura del crimine, trenta gli autori, trenta gli interventi, venti gli editori, duecento i giovani selezionati attraverso il concorso Il Giallo in Classe. Numerosi gli eventi correlati: mostra criminalistica, tour del crimine, laboratorio didattico, rassegna d’arte contemporanea <probabili indizi>;;;.

Teatro del Festival sarà Palazzo Stella, sede dell’Associazione, a pochi passi da Palazzo Ducale e dall’Acquario di Genova. L’ingresso è Libero. La manifestazione è organizzata con la partecipazione di Regione Liguria, con il patrocinio di Provincia di Genova, Comune di Genova e Municipio 1 Centro Est, in collaborazione con Il SECOLO XIX e RADIO 19. Si ringrazia il Centro di Ricerca Criminalistica di Genova.

Quest’anno proseguiremo nel programma delineato nel 2009, di allargamento cioè degli orizzonti del Festival, ad includere tutta la letteratura che vuole e sa narrare una storia. Rimangono quindi al di fuori solo le correnti di avanguardia, gli autori sperimentali, ma tutto ciò che per essere narrato ha necessità di tensione e conflitto… tutto ciò noi intendiamo selezionare e presentare.

Inoltre, a ben vedere, la cronaca quotidiana è intrisa di autentico mystery. Dai conflitti tra vicini di casa, le uccisioni apparentemente senza senso di ragazze inconsapevoli, la disperazione di immigrati ed immigrate che trovano qui realtà molto diverse da quelle che erano loro state prospettate: tutto contribuisce a formare un contesto sociale che costituisce poi il nostro vissuto quotidiano e di cui la letteratura è chiamata a dare conto.

Anche sul piano delle opere presentate proseguiamo nel nostro intento di dar voce anche alle piccole case editrici, quelle che hanno poca o nulla capacità di imporre i propri autori alla stampa e ai critici… cioè, di conseguenza, al pubblico.

Genova vuole porsi al centro del dibattito, cogliendo in anticipo i maggiori cambiamenti nelle linee narrative che agitano periodicamente il mondo della cultura.

Inviteremo a rispondere a queste domande o a porne delle altre scrittori innanzitutto, perché il focus è sulla letteratura, ma anche  giornalisti, psicologi, medici legali, sociologi, storici e altri. Ogni giorno verranno presentati più romanzi di recente pubblicazione, nell’arco di tempo di un’ora circa ciascuno. Ogni libro verrà introdotto dal noto saggista e scrittore Renato Di Lorenzo, curatore della rassegna, e con l’autore saranno presenti di volta in volta giornalisti e specialisti in settori collegati nonché i giovani delle scuole.  Autori e Relatori saranno a disposizione di pubblico e stampa, mezz’ora prima dell’intervento, nello Spazio Autori loro dedicato.

______________________________________