Da circa un anno è nata in casa Feltrinelli una nuova collana, la FOX CRIME/Feltrinelli, nata appunto da una stretta collaborazione tra la casa editrice italiana e la Fox International Channels Italy.

La missione della collana è quella di cercare e pubblicare il meglio dei romanzi di genere giallo, declinato in tutte le sue forme (crime, noir, thriller, mistery, …), e sino ad oggi ha pubblicato romanzi di altissimo livello pubblicati in vari paesi europei (La bestia dentro e il suo seguito Tutto ha un prezzo di Lotte & Soren Hammer; Quella brava ragazza di Lars Bill Lundholm considerato il Maestro della suspense scandinava, Cosa sai della notte di Grazia Verasani e infine il recente Il guardiano invisibile di Dolores Redondo).

Dal 18 aprile è disponibile in libreria un nuovo volume edito in questa collana con il titolo Innocenti (Las Ninas Perdidas, 2011) della scrittrice spagnola Cristina Fallaras che con questo romanzo fa il suo esordio in Italia.

Indubbiamente si tratta di un romanzo scritto in modo atipico con episodi  che vengono narrati non in ordine cronologico, ma volutamente in maniera confusa, senza però che questo disturbi la lettura e la comprensione.

La protagonista  è Victoria Gonzalez, una ex giornalista che ora lavora come investigatrice, è incinta ma non può rifiutare un generoso compenso per indagare sulla scomparsa di due sorelline di tre e quattro anni.

Ma il romanzo inizia con un killer, Genaro che è stato pagato per uccidere un tizio grasso e pelato che si dice abbia rapito e torturato due bambine, e per il lettore sorgono immediate varie domande: chi ha assoldato Genaro? Le bambine sono vive o morte? E’ vero che è stato quell’uomo grasso a rapirle? E come andra a finire?

Sono domande che avranno una risposta seguendo le indagini di Victoria, ma della investigatrice non viene detto quasi nulla, neanche chi è il padre del bambino che porta in grembo e solo dei rapidi e sfocati flashback chiariscono qualcosa.

Nella sua indagine e nella sua immersione nell’inferno di una parte della città di Barcellona che i turisti non vedranno mai Victoria è aiutata da uno strano tipo, Jesus, un uomo dai tanti ex (ex- drogato, alcolizzato, galeotto ecc ecc.). Ma Jesus è un amico fedele di Victoria.

Un noir duro come un pugno nello stomaco, scritto in una lingua affilata e fulminante. Un romanzo di grande impatto e crudele bellezza, grazie al quale Cristina Fallarás “fa luce tra le ombre, esorcizza le paure e mette il dito in quelle piaghe da cui molti, quasi tutti, si tengono alla larga”

l’autrice:

Nessuno se ne accorse

Il corpo accomodato sul fianco, in una posa sinuosa. La gamba avvolta dal lenzuolo come il nastro di...

Luigi Pachì, 1/06/2017

Bus Stop Sherlockiana: Sherlock Holmes e l'avventura della cuoca impazzita

Oggi "Sherlockiana" propone un racconto lungo di Cristina Biglia

Luigi Pachì, 7/07/2015

Bus Stop Sherlockiana: Sherlock Holmes e il furto dell'astrolabio

Questo martedì è il turno di cristina Pollastro, abile scrittrice di Apocrifi sherlockiani pubblicati anche nelle...

Redazione, 9/12/2014