Un grande romanzo di un autore di culto arriva in edicola per Il Giallo Mondadori (n. 3095): un caso per l’investigatore André Brunel dal titolo Sei delitti senza assassino (Six crimes sans assassin, 1939) di Pierre Boileau, assente dal panorama italiano sin dal 1950 quando apparte per la milanese Pagotto con la traduzione di Aldo Albani.

Una curiosità: nel 1990 Bernard Stora ha diretto un film per la televisione francese da questo romanzo.

      

Dalla quarta di copertina:

Il grido d’aiuto risuona nelle strade di Parigi, in un tardo pomeriggio di maggio. Al terzo piano di un edificio una donna alla finestra urla terrorizzata che c’è un assassino in casa. La tragedia si consuma sotto gli occhi di vicini e passanti, paralizzati dallo stupore: una detonazione, poi la donna scompare cadendo all’indietro. Le sagome di due uomini in lotta sono l’ultima scena che si offre agli spettatori, prima che altri spari calino come un sipario su un enigma apparentemente insolubile. Perché colui che ha gravemente ferito la signora Vigneray e ucciso il marito non si trova. Nell’appartamento non c’è, l’unica via di fuga è chiusa dall’interno... e questo non è che l’inizio di una serie infernale di delitti. Per l’investigatore privato André Brunel un’indagine è come un gioco di logica. Ma gli occorrerà tutto il suo talento contro un assassino fantasma che ha del metodo nella sua follia.

      

10 Piccole indagini

Il Gran Giallo Città di Cattolica è sempre stato uno specchio, di più, un termometro, ancora di...

Luigi Pachì, 8/04/2020

Delitti d'oltralpe

Tre assi del poliziesco francese

Lucius Etruscus, 15/10/2018

Delitti in gioco

Tre partite a scacchi con la Morte

Lucius Etruscus, 25/09/2017