E’ stato pubblicato da qualche settimana a cura di Cristiano Armati il romanzo Sweeney Todd il diabolico barbiere di Fleet Street e come autore è indicato semplicemente Anonimo.

Si tratta di un romanzo scritto nel 1850 e ci parla di fatti accaduti circa cinquant’anni prima. Il protagonista, Sweeney Todd è realmente esistito, era nato nel 1756 in un misero stabile situato in Brick Lane a Londra, figlio di un tessitore di seta sempre disoccupato e sempre attaccato ad una bottiglia di gin di infima qualità, e anche la madre amava bere. A dodici anni i suoi genitori scompaiono e lui sopravvive lavorando in una bottega di un fabbricante di coltelli. Poco dopo finisce in galera e qui diventa l’apprendista del barbiere (a quel tempo il “barbiere” svolgeva in pratica quasi il lavoro di un chirurgo), uscito di galera esercita la professione di barbiere “da strada” e poi riesce ad aprire una bottega tutta sua Fleet Street (famosa allora per i delitti del barbiere e famosa fino a poco tempo fa perchè vi avevano eletto domicilio molte testate giornalistiche).

Nel suo negozio, tramite una diabolica sedia, il barbiere uccideva i malcapitati che erano entrati per farsi radere la barba, li spogliava completamente di tutto, li smembrava e passava le carni alla sua complice signora Lovett famosa per il suo “prelibato” piatto: un pasticcio di carne chiamato “meat pie”.

Questa truculenta, ma vera storia è stata poi scritta su commissione da un gruppo di autori (i Salisbury Square School of Fiction) e pubblicata nel 1850 da un intraprendente e piratesco editore: Edward Lloyd.

Il romanzo ebbe un grande successo, successivamente è diventato un musical, un fumetto e varie trasposizioni nel grande schermo.

Il 22 febbraio è in uscita nelle sale cinematografiche il film Sweeney Todd film di Tim Burton con Johnny Depp e Helena Bonham.

 

La “quarta” di copertina

 

Tra i segreti più paurosi di Londra si nasconde la storia di un misterioso

Sherlock Magazine 14

Un’indagine silente

Fabio Lotti, 10/03/2009

A caccia di avventura

Due appuntamenti con il fumetto italiano targati Star Comics

Paolo Senna, 5/11/2007

Come belle statuine

Cristiano Panzetti in tutte le librerie, a partire da oggi

Luigi Pachì, 24/07/2006