E' uscito in questi giorni un interessante romanzo di Josè Luis Correa dal titolo Morte in aprile.

Pubblicato dalla Del Vecchio editore l'autore vincitore del premio Benito Perez Armas e del premio Vargas Llosa, ci presenta una versione contemporanea ambientata nelle Canarie del Marlowe di Chandler.

Succede, nella vita del detective Riccardo Blanco, che una donna gli piombi nell’ufficio. E poco importa che non abbia il denaro per pagare la parcella, perché Blanco è uno all’antica, amante del jazz e dei vecchi film in bianco e nero, e una donna in difficoltà è una tentazione irresistibile. In questa nuova indagine, Blanco è alle prese con un triplice omicidio: tre uomini vengono ritrovati nelle loro abitazioni, strangolati e vestiti da donna. Districandosi tra testi erotici rinascimentali, messaggi cifrati, controlli incrociati di tabulati telefonici, Blanco è a un passo dalla soluzione. Ma non saranno l’intelligenza e la logica a farlo giungere alla verità: nello sbalorditivo finale, Blanco dovrà usare tutta la sua tenacia, e avrà bisogno dell’aiuto di quella fortuna che non abbandona mai i cani di strada come lui. In Morte in aprile, accanto a

Il monastero

Un giallo storico ricco di suspense ambientato tra le mura di uno dei monasteri medievali più affascinanti...

Lucius Etruscus, 28/08/2019

Luis Roldán né vivo né morto

Con Pepe Carvalho…

Fabio Lotti, 5/02/2014

Il buon inverno

Un giallo di Joao Tordo, autore vincitore del Premio José Saramago.

Pino Cottogni, 11/06/2012