Gradito ritorno in edicola per il secondo episodio della trilogia che lo statunitense Tony Hillerman ha dedicato al suo personaggio di Joe Leaphorn, tenente della polizia Navajo. Dopo Il canto del nemico (The Blessing Way, 1970) - apparso in Italia solo ne Il Giallo Mondadori n. 2312 (1993) - la collana I Classici del Giallo Mondadori presenta questo mese, nel numero 1334, Là dove danzano i morti (Dance Hall of the Dead, 1973), già apparso nella collana madre nel n. 1787 (1983).

Ricordiamo che il terzo episodio della serie, Listening Woman (1978), risulta inedito nel nostro Paese, ma Joe Leaphorn ritornerà in altri romanzi giunti anche in Italia, stavolta però in compagnia di un altro poliziotto indiano: Jim Chee.

     

Dalla quarta di copertina:

Ernesto e George sono amici per la pelle, uno appartiene alla tribù degli Zuni e l’altro è un Navajo. Ora il primo è scomparso lasciandosi dietro una pozza di sangue: probabilmente è stato assassinato. Anche il secondo è scomparso: probabilmente è fuggito dopo aver commesso il delitto. Trovare il cadavere e dare la caccia al sospettato è compito di Joe Leaphorn, tenente della polizia tribale Navajo. Ma a complicare ulteriormente le cose intervengono l’FBI e l’Antidroga, mentre leggi e riti dei nativi americani intralciano le indagini. Mancano solo il furto di alcuni reperti da uno scavo archeologico e l’ira degli spiriti scatenata dalla violazione di un sacro tabù, perché il groviglio diventi inestricabile. Tanto che Joe teme il peggio. Teme che l’assassino ne approfitti per sottrarsi alla giustizia. O per uccidere ancora.

     

La voce delle ombre

Con l’ex sbirro della polizia asburgica Teodoro Valier…

Fabio Lotti, 21/10/2016

Elementary torna in TV

Inizia domani la quarta stagione dello Sherlock Holmes di Jonny Lee Miller

Lucius Etruscus, 25/03/2016

L’odore dell’inganno

Con monsignor Attilio Verzi dall’olfatto straordinario…

Fabio Lotti, 12/01/2016