Quando uno dei più antichi quotidiani italiani citò per la prima volta Edgar Wallace, lo fece definendolo «corrispondente di guerra del Daily Mail» (14 settembre 1904): mille encomi per il valoroso ex combattente passato alla non meno impegnativa mansione di cronista, ma quando lo stesso quotidiano citò per la seconda volta Wallace... erano passati venticinque anni ed egli si era trasformato ne «Il Re del romanzo nero».

«La tradizione del “romanzo nero”, il romanzo sensazionale, pieno di tiranni, delinquenti, poliziotti, spettri, è una lunga tradizione che non accenna affatto a morire»: così introduce il suo pezzo Aldo Sorani, su “La Stampa” quel 5 febbraio 1929. «Anzi, essa è stata raccolta e portata a sempre nuovi trionfi da alcuni scrittori che non dominano più, come una volta, nelle appendici dei giornali e nelle pubblicazioni popolari a dispense, ma nei bei volumi rilegati e conoscono i fasti delle “opera omnia”, ornate di ritratti e di autografi e fanno il buono e il cattivo tempo nei grandi uffici editoriali e or ora hanno preso d’assalto anche il teatro e, naturalmente, il cinematografo». Il mondo editoriale sta cambiando, si è in piena bufera per un fenomeno inaspettato: dai ghetti delle riviste d’appendice, gli autori più “neri” stanno conoscendo addirittura l’onore delle librerie e delle sale cinematografiche. E chi c’è al vertice di questa onda anomala?

«Si ha un bel torcere il naso, in nome dell’arte e della letteratura colle iniziali maiuscole, dinanzi alla ossessionante voga di un Edgar Wallace, che oggi è l’idolo della folla anglosassone (una folla a cui si accodano, dominati, i Primi Ministri) e i cui volumi dilagano ormai a valanghe torrenziali fra i pubblici dei due mondi»: malgrado la più che manifesta titubanza del giornalista per un certo tipo di letteratura - con le iniziali evidentemente minuscole - quando l’Italia si accorge di Wallace (all’incirca nello stesso ’29 di quando scrive il giornalista citato) egli è da vent’anni il re di quello che nel nostro Paese solo da poco si identifica con un colore “storico”: il giallo.

Parte da oggi un appuntamento settimanale di SherlockMagazine - dal titolo Mercoledì con Wallace - che andrà alla riscoperta dei romanzi del celebre cronista passato alla narrativa, presentati recentemente dalla Newton Compton in un prezioso formato digitale: a più di cent’anni dall’aver conquistato le librerie cartacee, ora l’autore di Greenwich è pronto a conquistare anche il mondo digitale.

Professionisti per una rapina

Nel ciclo di riscoperta dei film tratti dai romanzi di Edgar Wallace, ecco un'altra chicca in DVD

Lucius Etruscus, 25/06/2015

Edgar Wallace per sette

In arrivo nella collana Zero49 - eBook a prezzi imbattibili - sette nuovi titoli di Edgar Wallace scomparsi da tempo...

Lucius Etruscus, 20/02/2014

Mercoledì con Wallace 6

Consueto appuntamento con la rubrica che presenta le versioni digitali dei grandi romanzi dell’autore di...

Lucius Etruscus, 4/09/2013